CURE TERMALI

SSN

Ogni cittadino regolarmente iscritto al Servizio Sanitario Nazionale ha diritto a un ciclo (e uno solo durante il periodo 1 gennaio-31 dicembre) di cure crenoterapiche (termali) della durata di 12 giorni: per usufruire di tale convenzione, valida solo per il trattamento di una delle patologie che possono trarre beneficio dalle cure termali secondo il D.M. 15/12/1994, è sufficiente recarsi presso uno dei centri termali convenzionati muniti di impegnativa rilasciata da un Medico del SSN (Medico di Medicina Generale oppure Pediatra o Specialista in una delle branche attinenti alle patologie che possono trovare beneficio dalle cure termali) in cui devono essere indicate esplicitamente la diagnosi e le terapie termali consigliate.

Anche se il SSN copre l’intero ciclo di terapie, il paziente è comunque tenuto al pagamento del ticket sanitario (esclusi gli esenti parziali o totali), dei costi relativi al soggiorno e delle spese di viaggio di andata e ritorno.

I disturbi che si possono trovare giovamento sono disciplinati dal D.M. 15/12/1994 e sono solo alcuni tra:

  • malattie dermatologiche (la convenzione mette a disposizione 12 sedute di balneoterapia),
  • patologie dell’orecchio (12 cure inalatorie tra aerosolterapia, nebulizzazioni, humages e inalazioni + 12 insufflazioni),
  • malattie ginecologiche (12 irrigazioni vaginali, con o senza bagno termale),
  • malattie vascolari (12 bagni terapeutici in vasche attrezzate con idromassaggio),
  • malattie di tipo artro-reumatico (12 sedute di balneoterapia con o senza altre 12 di fangoterapia),
  • patologie del sistema urinario (idropinoterapia da 12 bibite),
  • malattie del sistema gastroenterico (cura idropinica o idrofangobalneoterapia composta da 12 bibite + 6 fanghi in zona epatica + 6 sedute di balneoterapia), 
  • affezioni delle vie respiratorieinferiori (12 ventilazioni polmonari più 18 terapie inalatorie oppure 24 cure inalatorie)
  • affezioni delle vie aeree superiori (24 trattamenti inalatori).

 

TABELLA RIASSUNTIVA

DIAGNOSI CICLI AUTORIZZABILI
MALATTIE REUMATICHE

Osteoartrosi ed altre forme degenerative
Reumatismi extra-articolari

12 fanghi + 12 bagni terapeutici
MALATTIE DELLE VIE RESPIRATORIE

Sindromi rinosinusitiche croniche
Bronchiti croniche semplici od ostruttive (si deve escludere asma ed enfisema avanzato complicato da insuff. respiratoria grave o da cuore polmonare cronico)

24 cure inalatorie

oppure

Ciclo integrato della ventilazione polmonare (12 ventilazioni + 24 cure inalatorie)

MALATTIE DERMATOLOGICHE

Psoriasi (esclusa la forma pustolosa, eritrodermica)
Eczema e dermatite atopica (escluse le forme acute vescicolari ed essudative)
Dermatite seborroica ricorrente

12 bagni per malattie dermatologiche
MALATTIE GINECOLOGICHE

Sclerosi dolorosa del connettivo pelvico di natura cicatriziale ed involutiva
Leucorrea persistente da vaginiti croniche aspecifiche o atrofiche

12 irrigazioni vaginali + 12 bagni terapeutici
MALATTIE O.R.L.

Rinopatia vasomotoria
Faringolaringiti croniche
Sinusiti croniche

24 cure inalatorie
MALATTIE O.R.L.

Stenosi tubariche
Otiti catarrali croniche
Otiti croniche purulente non colesteatomatose

Ciclo per la sordità rinogena:
Visita specialistica + Visita audiologica + 12 insufflazioni endotimpaniche + 12 cure inalatorie
MALATTIE DELL'APPARATO URINARIO

Calcolosi delle vie urinarie e sue recidive

12 cure idropiniche per malattie dell'apparato urinario
MALATTIE VASCOLARI

Postumi di flebopatie di tipo cronico

Ciclo per le vasculopatie periferiche:
12 bagni terapeutici con ozono o idromassaggio + doppler + ECG + 6 esami di laboratorio
MALATTIE DELL'APPARATO GASTROENTERICO

Dispepsia di origine gastroenterica e biliare
Sindrome dell'intestino irritabile nella varietà con stipsi

12 cure idropiniche per malattie dell' apparato gastroenterico

 

 CONVENZIONI INPS E INAIL

Per quanto concerne l'INPS e l'INAI le cure termali accessibili in convenzione sono sempre a carico del SSN, per un ciclo di 12 giorni ma riguardano unicamente patologie di tipo bronco-catarrale e reumo-artropatiche.

La richiesta è telematica e va inoltrata attraverso rispettivi siti o presso un CAF entro e non oltre il 31 di ottobre allegando la richiesta del Medico di famiglia.

Può essere inoltrata da parte di:

  • dipendenti dell’Istituto,
  • lavoratori socialmente utili,
  • lavoratori autonomi,
  • dipendenti iscritti all'INPS che versano il contributo IVS (Invalidità, Vecchiaia, Superstiti),
  • possessori di assegno non definitivo di infermità,
  • lavoratori in mobilità.

Attraverso l’INPS, chi soffre di:

  • patologie bronco-catarrali può beneficiare di:
    • 12 cure fondamentali (inalazioni, aerosol, polverizzazioni o nebulizzazioni) e
    • 12 trattamenti accessori (docce nasali, Marconiterapia, ventilazioni polmonari, trattamento agli ultrasuoni, radarterapia e irrigazioni vaginali),
  • malattie reumo-artropatiche ha diritto a:
    • 12 cure fondamentali (balneoterapia, fangoterapia o antroterapia) e
    • un massimo di 18 cure complementari (idromassaggi, docce nasali, inalazioni, aerosolterapia, irrigazioni vaginali, Marconiterapia, radarterapia e ultrasuonoterapia).

Le convenzioni appena descritte prevedono che le cure svolte siano a carico del Servizio Sanitario Nazionale, mentre il paziente dovrà pagare il ticket, infatti a partire da gennaio 2016 è entrata in vigore la nuova Legge di Stabilità, che ha prorogato l'erogazione delle prestazioni economiche accessorie per gli assistiti INPS e INAIL fino al 2019 (ART. 1 commi 301/302 della legge di stabilità 2016 - LEGGE 28 dicembre 2015, n. 208)